Manuale

Manuale Server Windows WINDOWS + Pannello di controllo PLESKPLESK

 
HOME PAGE
TUTTI I NOSTRI SERVIZI

Pannello di controllo Plesk

FAQ - Server Windows
Guida passo-passo
Pubblicare Client FTP
Pubblicare Client FTP per MAC
Errori nella pubblicazione FTP
Pubblicare Dreamweaver
Creare caselle E-Mail (POP3)
Server posta in uscita (SMTP)
Creare nuovi Alias di posta
Configurare account di posta
Autoresponder
WebMail
Mailing list
Pagine d'errore personalizzabili
Area riservata
Cambio permessi
Contatori d'accesso
Supporto SSI
Database MS Access
Creare e utilizzare il DB MySQL
Come connettersi al DB MySQL
Backup e Restore del DB MySQL
Backup del dominio
HTTP 500 (internal server error)
Certificato SSL dedicato
URL Redirect
Path e altri percorsi del server
Cancellare cartelle con l'FTP

I nostri server

Inserimento motori
Abilitare cookie - Svuotare cache


Sistema Operativo : LINUX Manuale Server S.O. Linux

FAQ - Domande Frequenti
    Istruzioni per server con sistema operativo Windows e pannello Plesk
NOTA: a seguito dei continui aggiornamenti del pannello Plesk, alcune istruzioni che sono descritte all'interno del nostro manuale, possono risultare leggermente diverse da quelle effettivamente presenti sul pannello Plesk. Ci scusiamo di queste eventuali differenze che potete incontrare, ma, tenendo conto che il pannello Plesk e' assai semplice e molto intuitivo, auspichiamo che, senza nessuna difficolta', riuscirete a fare senza problemi quello che e' vostra intenzione fare anche se le istruzioni differiscono leggermente dal reale utilizzo del pannello Plesk.

In questo spazio, sono raccolte alcune risposte alle domande più frequenti che normalmente ci vengono poste, consigliamo un attenta lettura prima di sottoporre i problemi allo staff tecnico.

Quali sono i vantaggi ad avere un sito Internet del tipo www.nomeazienda.it,.com,.....?

Attivare un dominio, fornisce più di un vantaggio. In primo luogo garantisce un´immagine migliore dell´azienda; risulta inoltre più facile da ricordare e da segnalare agli utenti.
Dopo averlo registrato, quel nome non potrà essere utilizzato da nessun altro. Poiché vi sono molte società con nomi simili, è importante registrare un nome di dominio adatto per la vostra azienda il più presto possibile. Il dominio Internet è un po´ come un bel vestito: non sempre "l´abito fa il monaco", ma senz´altro aiuta! 

Che cos´è un dominio ?

Quando si crea un dominio significa avere il proprio nome del tipo: www.tuonome.com,.it, ecc., si attiva un dominio virtuale in questo modo il sito è identificato in modo univoco.

Cos´è il DNS?

Il DNS (Domain Name System) è un software che "mantiene" il nome di dominio, cioè che traduce in indirizzi IP gli indirizzi mnemonici tipo "www.dominio.it". Per ogni dominio vengono in genere configurati più server DNS, di cui uno e´ il "primario" in cui fisicamente sono definiti i nomi macchina e una serie di DNS "secondari", che servono da backup per il primario e che con esso si aggiornano periodicamente.

Che differenza c´è tra la sigla finale di un dominio.it,.com,.net, ecc.?

E' possibile attivare più tipi di domini: uno legato alla nazione e gli altri legati invece all´attività svolta dall´azienda proprietaria del sito.
.IT - Possono registrare più di un dominio .it, i privati, le associazioni legalmente riconosciute, le aziende, ditte o società e i liberi professionisti in possesso di partita IVA. Il nome scelto deve essere preferibilmente simile alla ragione sociale, al marchio o al nome di un prodotto.
Le registrazioni al Top Level Domain .it sono aperte a tutti i privati cittadini e a tutte le aziende con sede nella comunità europea.
.EU - E' il dominio degli europei e puo' essere registrato da tutti coloro che risiedono nella Comunita' Europea.
.COM - Il dominio .com può essere richiesto da privati, professionisti o aziende che desiderino mettere online un sito con finalità tipicamente commerciali. Il dominio .com, denazionalizza il sito rendendolo slegato dalla nazione dove è stato realizzato, e ciò migliora l´impostazione e l´immagine internazionale dell´azienda e quindi del sito stesso
.NET - Tipicamente viene richiesto da chi offre connettività ad Internet, servizi di hosting, housing o altro che abbia a che fare con la rete (network). In senso lato anche chi usa la rete per diffondere informazioni non puramente commerciali può registrare un dominio .
net
.ORG - Questo dominio è usato solitamente da privati, enti, associazioni ed organizzazioni senza scopo di lucro, per mettere on-line siti che in nessun caso contengano messaggi commerciali di qualsiasi tipo.
.BIZ - è dedicato esclusivamente ad Aziende e Società commerciali.
.INFO
- è la prima estensione alternativa al .COM, il nome a dominio può essere registrato da tutti: Aziende, Privati, Organizzazioni, etc..

Che documentazione occorre per registrare un dominio?

Grazie al nuovo sistema sincrono basato sul protocollo standard EPP, in vigore dal 28/09/2009, per la registrazione o trasferimento di nome a dominio .it non sara' piu' necessario inviare il fax della LAR al Registro del TLD "it" con tutte quelle che erano le varie problematiche che quasi sempre venivano riscontrate, come: compilazione errata, fax illeggibile, denominazione sociale riportata in maniera parziale o incompleta, il nome del richiedente non coincide con il firmatario della richiesta, incongruenze varie, richiesta inviata ad un numero di fax non corretto, ecc. ecc..

Per quanto riguarda i domini sotto i Top Level Domain ".com, .net, .org, info, .biz" non è invece necessario l´invio di nessuna documentazione, sono comunque necessari i dati anagrafici, l´indirizzo completo, il numero di telefono e del Fax e l´indirizzo di posta elettronica  della persona a cui verrà intestato il dominio.

Quanto tempo richiede la registrazione di un dominio?

Il tempo necessario per la registrazione normalmente varia da pochi minuti a qualche giorno lavorativo, in quanto la procedura di registrazione terminerà solo dopo aver ricevuto il pagamento del servizio. Per velocizzare l'operazione di registrazione sara' necessario, tranne se utilizzato il pagamento con carta di credito, inviarci tramite fax la copia della ricevuta di pagamento.

Sono minorenne, posso registrare un dominio .IT?

No, solo una persona maggiorenne può registrare un dominio sotto il ccTLD "it".

Chi puo' registrare dei domini .it?

Solo le persone fisiche e giuridiche che hanno cittadinanza, residenza o sede in uno dei Paesi membri dell'Unione Europea possono registrare nomi a dominio sotto il ccTLD "it".
 

Chi si occupa della registrazione del dominio?

Le pratiche per la registrazione o il trasferimento dei domini sono svolte da noi. 
Comunicaci il nome da te scelto e noi penseremo al resto.

Il dominio a nome di chi viene registrato?

Ogni dominio di qualsiasi estensione sarà da noi registrato a nome del cliente e mai a nome nostro.

Posso "comprare" un dominio?

No, si è titolari di un dominio attraverso una specie di licenza, anche per sempre (naturalmente si deve continuare a pagarne i costi), ma è impossibile diventarne proprietari. Occorre registrare e mantenere il dominio e sostenerne i relativi costi annuali. 

Ho già un sito presso un altro hoster e vorrei trasferirlo presso di voi,  cosa devo fare?

Per chi ha già un sito pubblicato presso un altro hoster può decidere in qualsiasi momento di trasferirlo presso la nostra societa'. Affinchè si possa compiere senza problemi la procedura di trasferimento è necessario tenere il sito presso l'attuale hoster fino a che il nome di dominio non sia trasferito nei nostri server.

Per effettuare la richiesta di trasferimento dovrete riempire ogni campo del form di trasferimento, dopo vi verranno inviate via e-mail tutte le istruzioni per eseguire il trasferimento dall´attuale hoster a noi.

NORME DA SEGUIRE PER EFFETTUARE UN TRASFERIMENTO SENZA PROBLEMI
(vale per tutte le estensioni)
- Prima di iniziare un trasferimento di un nome a dominio Vi invitiamo a rileggere il contratto eventualmente firmato con l´attuale fornitore di servizio e, se necessario, ma consigliamo di farlo ugualmente, d´inviare loro, entro i termini previsti dal contratto, una Raccomandata A/R di chiusura di rapporto. In questo modo, nonostante il dominio sia stato trasferito, eviterete successivamente di pagare ancora una volta i servizi al precedente fornitore nel caso in cui il loro contratto prevedesse la formula del tacito rinnovo.
- Se per una qualsiasi causa l'operazione di trasferimento del dominio non sara' conclusa in modo positivo ricordiamo che non ci sara' nessun rimborso di quanto pagato. E' comunque possibile ripetere l'operazione di trasferimento dopo che sono stati corretti e sistemati gli eventuali problemi che hanno portato al mancato trasferimento del precedente tentativo.

NORME SPECIFICHE PER I DOMINI .COM, .NET, .ORG - .INFO - .BIZ 
- Per poter trasferire un dominio con estensione .com, .net, .org, .info e .biz è necessario possedere il codice di autorizzazione al trasferimento (AUTH-CODE o EPP-CODE) che è rilasciato dall´attuale Registrar. Se non ne siete in possesso, dovete richiederlo all´attuale fornitore di servizio, il quale, se non in suo possesso, lo richiederà all´Authority e successivamente ve lo comunicherà. Senza questo codice non è possibile trasferire il dominio.
- Per concludere un trasferimento di un dominio .com, .net, .org, .info e .biz, se non incorrono dei problemi, occorrono 5/6 giorni lavorativi.

NORME SPECIFICHE PER I DOMINI .IT 
- La procedura di trasferimento dei domini .it e' diversa se il dominio da trasferire proviene da un Maintainer (MNT) o da un Registrar (REG). E' possibile verificarlo autonomamente consultando un database pubblico whois (come quello che trovate qui WHOIS). Indicando il nome di dominio vi appariranno i dati relativi allo stesso, se alla voce Maintainer appare una sigla del tipo NOMEGESTORE-MNT significa che il dominio e' gestito da un Maintainer ed occorre seguire una procedura, mentre se appare una sigla del tipo NOMEGESTORE-REG significa che e' gestito da un Registrar e la procedura da seguire e' un'altra. 

Qui di seguito la spiegazione delle due procedure di trasferimento:
- se il dominio .it da trasferire e' gestito da un Mantainer (MNT) riceverete via email un documento di richiesta di trasferimento parzialmente compilato, che una volta riempito dovra' essere stampato, firmato ed inviato via fax al Registro .IT (050.570230). 
- se il dominio .it da trasferire e' gestito da un Registrar (REG) riceverete un email con un link a cui collegarsi per inserire il codice di autorizzazione al trasferimento del dominio (AuthInfo). Se questo codice non e' in vostro possesso dovete necessariamente richiederlo all'attuale hoster che gestiste il vostro dominio il quale non puo' negarlo. Senza l'AuthInfo non sara' possibile iniziare il trasferimento del dominio.
- Per concludere un trasferimento di un dominio .it occorrono da poche ore, per un trasferimento da un Registrar ad un altro Registrar, fino a 2/3 giorni lavorativi per un trasferimento da un Maintainer ed un Registrar. 
- Non e' possibile trasferire un dominio che si trova nello stato di "ClientTransferProhibited e/o ClientUpdateProhibited", in questo caso dovete richiedere all'attuale hoster che gestiste il vostro dominio la rimozione di questi vincoli.
- Non e' possibile trasferire un dominio che e' gia' scaduto oppure che si trova nello stato di "PendingDelete/RedemptionPeriod". L'unica operazione consentita in questo stato e' il recupero da parte dello stesso Registrar che deve avvenire entro 30 (trenta) giorni dalla data di passaggio in tale stato. Trascorso questo periodo, senza che l'attuale Registrar lo abbia recuperato, il dominio passa nello stato di "PendingDelete" che evidenzia il periodo antecedente la definitiva cancellazione che avverra' in maniera Random entro 5 giorni.

NORME GENERALI PER TRASFERIRE DOMINI INTERNAZIONALI
- Se il dominio non e´ stato registrato da almeno 60 giorni non può essere trasferito.
- Non è possibile trasferire un dominio se mancano pochi giorni alla data di scadenza oppure se già risulta scaduto. Per non avere problemi il processo di trasferimento deve iniziare almeno tre settimane prima della data di scadenza.
- Non è possibile trasferire un dominio messo nello stato di "REDEMPTION PERIOD", questo "periodo di ripensamento", utilizzato da molte authority internazionali, prevede che solo l´attuale fornitore di servizio possa rinnovare il mantenimento del nome a dominio dietro pagamento di una somma maggiore di denaro, normalmente 10/20 volte il prezzo normale. Il dominio viene messo nello stato di "REDEMPTION PERIOD" normalmente 30 giorni dopo la sua data di scadenza, periodo nel quale si può tranquillamente rinnovare senza pagare nessun supplemento. Il periodo di ripensamento può durare dai 30 ai 90 giorni secondo la politica adottata da ogni authority ma può avere anche un periodo maggiore. Non è comunque garantito che trascorso il periodo di ripensamento il dominio possa essere nuovamente registrato, infatti è possibile che la stessa authority lo ceda a delle società presenti nella rete le quali lo metteranno in vendita nel loro sito.
- Non è possibile trasferire un dominio se questo risulta essere nello stato di "DOMAIN LOCK". Prima di iniziare l´operazione di trasferimento del dominio dovete controllare, utilizzando un servizio WHOIS, questa condizione. Se il dominio risulta essere nello stato di "DOMAIN LOCK" dovete necessariamente richiedere al vostro attuale Maintainer la disattivazione di questa imposizione.
- E´ fondamentale che l´indirizzo E-mail dell´ADMIN-C (intestatario) debba essere un indirizzo valido, quindi attivo e funzionante, se questo indirizzo non è valido o funzionante dovrete mettervi in contatto con il vostro attuale fornitore di servizio e richiedere l´inserimento di un indirizzo valido. In molti casi è presente l´indirizzo E-mail del vostro fornitore di servizio, in questo caso dovete contattarlo chiedendogli di eseguire per vostro conto i necessari consensi che saranno richiesti per la positiva conclusione del processo di trasferimento. Non è possibile concludere il processo di trasferimento se l´indirizzo dell´ADMIN-C non è valido oppure se l´attuale fornitore di servizio non effettua i necessari consensi.
- Il tempo necessario per il trasferimento del dominio dipende dal tempo di risposta dell´ADMIN-C comunque non oltre i 6/7 giorni lavorativi.

Il dominio che desidero registrare è già registrato, cosa fare?

Non si può fare nulla, a meno che non si dimostri di avere diritto a quella denominazione e prima o di più di chi lo ha già registrato. Qualora però il dominio venga lasciato spirare, cioè per qualche motivo tecnico o burocratico la ragione sociale precedentemente depositaria del dominio abbia perso il diritto al nome dominio, si può fare richiesta per registrarlo a proprio nome.

Il mio dominio.it risulta essere in GRACE-PERIOD, cosa vuol dire?

E' assolutamente normale che accade questo, infatti per i 15 giorni successivi alla scadenza del nome a dominio (campo “expire:” dell’oggetto “domain”) il Registro del TLD .IT pone tale nome a dominio nello stato di “GRACE-PERIOD” e provvede a comunicare al Registrar del nome a dominio il passaggio in tale stato. In questi 15 giorni il Registrar potra', se il dominio non deve essere rinnovato, comunicare al Registro il mancato rinnovo del dominio il quale sara' messo nello stato di "PendingDelete / RedemptionPeriod". Trascorsi questi 15 giorni di “GRACE-PERIOD”, se nel frattempo non perverra' la messa nello stato di "PendingDelete / RedemptionPeriod" da parte del Registrar, il Registro provvedera' automaticamente a sostituire lo stato da “GRACE-PERIOD” ad “ACTIVE.AUTO-RENEW”.

Come trasferisco le mie pagine nel mio spazio?

Con qualsiasi programma Client FTP (File Transfer Protocol) potete accedere al vostro spazio creando directory, cancellando e spostando file, proprio come se operaste sul vostro Hard Disk. Sono disponibili versioni di questi programmi per una vasta gamma di piattaforme. Ecco quelli per i sistemi operativi più diffusi:

Per Windows (tutte le versioni)

Per MAC OS X


FileZilla

Download
Ws-FTP


FileZilla

Avrò la possibilità di aggiornare le mie pagine 24 ore su 24?

L´accesso alle proprie pagine via FTP è illimitato 24 ore al giorno. E´ possibile creare e mantenere le pagine web nel vostro computer e fare l´upload dei file sul sito quando lo riterrete più opportuno.

Come deve chiamarsi la pagina iniziale?

La pagina iniziale, cioè quella che viene aperta automaticamente digitando in un browser l´indirizzo del vostro sito (www.vostrosito.tld) DEVE chiamarsi obbligatoriamente index.html o index.htm. Se non mettete una pagina index.html o index.htm non verrà aperta nessuna pagina e sarà invece visualizzata la lista di tutti i files presenti nella root directory del vostro web. 
Di default all´attivazione del vostro dominio inseriamo una pagina index.html che dovrete sovrascrivere con la vostra pagina index.html oppure se inserite come pagina iniziale il file index.htm, consigliamo, per non avere problemi di visualizzazione con alcuni browser, di rimuovere il file index.html da noi inserito. In pratica deve esistere un solo file di partenza poi se la sua estensione è .htm o .html non c
i sono assolutamente problemi.
Resta inteso che se utilizzate particolari linguaggi e' possibile, a secondo l'interprete utilizato e a secondo della tipologia del sistema operativo richiesto, inserire come file di partenza anche index.php per i server Linux e i server Windows con installato l'interprete PHP e index.asp o default.asp per i server windows con installato l'interprete ASP.

Principi generali per proteggere il proprio sito:

Onde evitare spiacevoli inconvenienti si consiglia vivamente di non divulgare ad estranei la username e la password di accesso al proprio spazio web.

Posso utilizzare il mio sito per scopi commerciali?

Sì. E´ possibile utilizzare il proprio sito per scopi commerciali, il World Wide Web è divenuto uno dei mezzi più efficienti ed economici per rendere disponibili informazioni ai numerosi utenti della comunità di Internet.

Perche' i vostri pacchetti non hanno traffico illimitato?

Semplicemente perche' questo non esiste.
Coloro che indicano nelle caratteristiche dei loro servizi la disponibilita' di traffico illimitato o sono all'oscuro delle proprie risorse di rete oppure sono aziende che cercano di "truffare" i loro clienti, promettendo delle risorse che poi non riusciranno a fornire in caso di reale necessita'. Questi fornitori, quando incontreranno clienti che hanno siti con traffico in continua crescita, rallenteranno le prestazioni di quel dominio fino a far esasperare il cliente affinché questo vada via.

Cosa succede se si supera la quota di spazio web consentita dal pacchetto in mio possesso?

Verrete avvertiti che state al momento superando il limite consentito, potrete quindi rientrare (cancellando i file in eccesso) o decidere di passare al pacchetto superiore integrando la differenza di prezzo.
E´ possibile che, prima del nostro controllo settimanale, vengano inseriti dall´utente dei file e quindi si superi la quota di spazio che è stata acquistata, in questo caso, ulteriori richieste di spazio o tentare d´inserire altri file falliranno con un errore di superamento della QUOTA visibile con un messaggio nel programma FTP. Sino a quando lo spazio occupato non sarà ridotto ad una quantità inferiore al limite acquistato, non sarà possibile inserire nuovi file.

Lo spazio delle caselle di posta e' conteggiato con lo spazio del mio pacchetto?

No. Lo spazio dedicato alle caselle di posta elettronica e' separato quindi non incide sullo spazio web del vostro pacchetto di hosting.
Vi consigliamo, qualora sia possibile, di scaricare regolarmente la vostra posta dal server, ma vi preghiamo altresì di non impostare il vostro programma di posta elettronica in modo da controllare la posta ogni 1 o 2 minuti, così facendo, rischierete di far bloccare il server della posta. Un buon compromesso per non creare problemi al server e' certamente quello si scaricare la posta minimo ogni 10/15 minuti.

Posso pubblicare materiale per adulti sul mio spazio?

No. L´uso del tuo spazio per la pubblicazione di materiale per adulti, illegale o protetto da copyright di terzi è assolutamente vietato. 
Questo è tutto quello che NON si deve fare nei nostri server:

- Niente posta spazzatura (spamming)
- Niente materiale soft/hard pornografico o collegamenti a siti osceni
- Niente materiale pirata/illegale o collegamenti a motori di ricerca di crack
- Niente materiale contro lo Stato, reazionario, razzista, ecc;
- Niente IRC o IRC bots come eggdrop, o BitchX

Siete anche fornitori di accesso a Internet?

No, per accedere ad Internet potrai continuare ad usare il provider di tua fiducia.


Sistema Operativo LINUX Fedora Web Server APACHE Supporto PHP

Supporto MySQL

Sistema Operativo WINDOWS Supporto ASP Supporto ASP.net Email con antispamming SpamAssassin Supporto Macromedia FLASH

Tutti i loghi e i marchi registrati presenti in questo sito appartengono ai rispettivi proprietari. Il loro utilizzo è esclusivamente a scopo illustrativo.

CTnet Advanced Internet Solutions - Partita IVA e Codice Fiscale 00927520528 - Tutti i diritti riservati                 Privacy policy